LA FONDAZIONE

Professionisti e risorse che affiancano e sostengono papà Picchio nel suo impegno pubblico

FELICI DI NAVIGARE

NEL NOME DI carolina picchio

Fondazione Carolina raccoglie il messaggio di una ragazza che non c’è più, entrata nel cuore delle nuove generazioni.

La sua storia, diventata un’icona, ricorda tutta la bellezza, l’amore e la gioia di vivere che possiamo compromettere con un solo click.

La Fondazione raccoglie la sfida di Paolo Picchio, il papà di “Caro”, per aiutare i ragazzi che, sempre più in tenera età, si fatto del male tra loro usando la rete in maniera distorta e inconsapevole.

Un supporto alle famiglie e a tutta la comunità; per garantire a genitori, educatori e tutti i coloro che hanno responsabilità educative il diritto a:

  • Cura, 
  • Recupero
  • Benessere delle nuove generazioni

Perché anche la dimensione digitale delle relazioni deve ritrovare una sana autenticità. Il concetto di community non può esulare dai valori che ci rendono “umani”.

LA STORIA DI FONDAZIONE

Dalla perdita di Carolina, in quella notte del gennaio del 2013, il mondo ha lentamente compreso che tutto quello che facciamo in Rete ha delle conseguenze nella vita reale.

Il bullismo, così come lo conoscevamo non esiste più, quello delle merende rubate all’intervallo, quello patito da ogni “matricola”, raccontato dal Libro Cuore o nei Ragazzi della via Pál. Ora è un termine quasi desueto, se privato della sua odierna radice: cyber.

Dopo le battaglie per l’approvazione della Legge 71 “A tutela dei minori per la prevenzione e il contrasto al cyberbullismo”, dopo i risultati del primo processo in Europa in materia di bullismo digitale, la storia di “Caro” ha tracciato una rotta chiara e precisa su tutto il panorama educativo: insultare, tormentare, escludere un soggetto minorenne non poteva più essere considerato una banale “ragazzata”. I ragazzi imputati nel “processo Carolina” lo avevano capito a loro spese, ma la sensazione che, tra il 2017 e il 2018, qualcosa fosse cambiato era ormai patrimonio comune.

Due anni di impegno civile, testimonianza, appelli che avevano visto il papà di Caro, Paolo Picchio, impegnarsi senza sosta. Non solo per rendere giustizia all’amata figlia, ma per dare senso e rispondere a quell’ultimo messaggio della figlia: “Spero che adesso siate più sensibili sulle parole…”. Una speranza, appunto, da sostenere con un organismo forte, ampio e strutturato, capace di reggere la sfida educativa più importante del terzo millennio: l’educazione alla cittadinanza digitale delle nuove generazioni.

Attorno a questi princìpi, nel febbraio 2018 nasce Fondazione Carolina Onlus, non a caso proprio in occasione della Giornata mondiale della Sicurezza in Rete. Lo slogan della No profit – “Felici di navigare” – rappresenta lo spirito che dovrebbe distinguere tutti i teen ager che si affacciano alla dimensione digitale, affidando alla Rete i loro sogni, i sentimenti e le relazioni del viaggio più importante della loro vita: l’adolescenza.

Dentro Fondazione Carolina operano i professionisti, le risorse e tutte le realtà che hanno affiancato e sostenuto papà Picchio nei suoi anni di impegno pubblico.

Le azioni di Fondazione Carolina sono diffuse su tutto il territorio nazionale. La sede principale si trova a Milano, ma i professionisti, gli educatori e i partner della Onlus sono presenti in tutte le regioni italiane.

Fondazione Carolina, pienamente operativa soltanto dal 2018, è già diventate un riferimento per:

  • Le istituzioni
  • Le amministrazioni
  • Gli stakeholder

Impegnati per la diffusione dell’uso corretto, positivo e consapevole delle nuove tecnologie da parte dei minori. Adolescenti che, sempre più in tenera età, si espongono ai rischi dell’esperienza digitale, che vivono spesso senza accompagnamento, privi di controllo e di giuste regole condivise.

La storia della Fondazione

Fondazione Carolina: le parole fanno più male delle botte

La Stampa – “Una mappa del bullismo per poterlo combattere”

COSA FACCIAMO

Ricerca

Ricerca

La Rete viaggia sempre più veloce e così le mode, il linguaggio e i fenomeni sociali. È importante tenere il passo rispetto alle ultime tendenze, social e le challenge del momento.

Prevenzione

Prevenzione

La nostra mission è realizzare un futuro in cui la Rete sia un “luogo” sicuro per i bambini e gli adolescenti, riscoprendo il valore delle relazioni autentiche anche sui social.

Supporto

Supporto

Il nostro supporto, soprattuto per i casi di violenza online. Una squadra agile, efficace e tempestiva per i casi più gravi di bullismo, cyberbullismo e fenomeni illegali in Rete.

Iscritivi alla nostra newsletter

.

Il bilancio di Fondazione Carolina
è stato cerficato da
PricewaterhouseCoopers SpA

Contatti

Fondazione Carolina
Sede Legale: viale Sondrio 7
20124 MILANO

  info@fondazionecarolina.org

  ufficiostampa@fondazionecarolina.org

  Segreteria organizzativa: 342 1711228

  Ufficio stampa: 348 2856003

CF 97802370151

Contattaci

Privacy Policy