A colpi di formazione: il cyberbullismo si batte così!

20
Giu

A colpi di formazione: il cyberbullismo si batte così!

Ci siamo appena lasciati alle spalle l’anno scolastico 2017/2018, una stagione importante che ha segnato una svolta nella percezione di fenomeni spesso taciuti e comunque raramente affrontati apertamente nell’ambito scolastico. Parliamo di bullismo, cyberbullismo e, più in generale, di tutte quelle devianze che alimentano un deficit educativo nell’offerta formativa nel campo dell’istruzione come nel percorso di crescita dei nostri ragazzi fuori dalle aule.

La crescita degli episodi che giunge dalle cronache rileva un’attenzione crescente rispetto a queste tematiche: la scuola italiana ha finalmente smesso di nascondere la polvere sotto il tappeto. Una presa di coscienza figlia anche dell’introduzione di CONACY. Il coordinamento nazionale per il supporto ai casi di cyberbullismo scolastico, inaugurato nel novembre del 2017, è stato capace di garantire adeguato supporto ai singoli istituti per i casi più gravi di bullismo digitale. Con i suoi operatori qualificati ha sensibilizzato 3200 ragazzi (1900 circa delle scuole medie il resto scuole superiori), formando 360 docenti referenti per il cyberbullismo attraverso i percorsi formativi dell’ufficio scolastico regionale e altri 250 docenti in percorsi di formazione presso 15 istituti comprensivi. Ha incontrato, inoltre, più di 1700 genitori e operatori del settore dell’educazione (educatori, catechisti, allenatori). Sono state realizzate oltre 700 ore di laboratori finalizzati alla responsabilizzazione attiva dei ragazzi.

 

Indispensabile sostenere le vittime e recuperare i bulli ma, per incidere davvero sul benessere delle nuove generazioni, bisogna garantire continuità educativa attraverso strumenti adeguati e personale scolastico formato in sinergia con i massimi esperti del settore.

Fondazione Carolina in collaborazione con Conacy, Pepita Onlus e Cuore e Parole ha già contribuito a formare 17.700 ragazzi, 2.455 genitori e 2.560 tra insegnanti, genitori ed educatori. Una squadra collaudata che non va in vacanza e che rilancia la sfida educativa grazie alla campagna #aprovadisocial, rivolta ai tantissimi animatori impegnati negli oratori estivi di tutta Italia.

In vista del prossimo anno scolastico, con gli studenti sempre più connessi e un gap generazionale ancora più marcato rispetto al corpo docenti, servirà davvero stringere un nuovo patto educativo.
Noi siamo pronti. Gli strumenti ci sono, grazie alla legge dedicata alla nostra Caro lo scorso anno, con l’applauso della Camera dei Deputati nel giorno dell’approvazione della legge 71/17Disposizioni a tutela dei minori per la prevenzione ed il contrasto del fenomeno del Cyberbullismo” ma anche con le recenti approvazioni delle normative regionali dal Lazio alla Lombardia, dal Piemonte all’Emilia Romagna.

Ma le norme, seppur importanti, vanno tradotte sul piano reale e nel vissuto quotidiano di tutta la comunità educante. Al centro di tutto questo ci sono i ragazzi, ai quali dobbiamo restituire l’amore per la scuola e il rispetto di se stessi e del ruolo degli insegnanti.

Iniziamo dai docenti; sfogliamo insieme a loro la prima pagina del nuovo anno scolastico con i nostri corsi di formazione rivolti alle scuole. #ioCliccoPositivo

 


Leggi l’offerta formativa di Io Clicco Positivo

 

 

La tua donazione per
Fondazione Carolina

Puoi aiutarci sostenendo la fondazione con un bonifico.
Ecco il codice IBAN della fondazione:

IT66N0335901600100000156375



GRAZIE!